PONSACCO. Le farmacie comunali della società Farmavaldera srl (Le Melorie, Santo Pietro Belvedere e Ponticelli) oggi devolveranno l’incasso dell’intera giornata per il 50% alle popolazioni danneggiate dall’incendio sui Monti Pisani avvenuto a fine settembre, che ha sfigurato uno dei paesaggi più belli della Toscana. 

«La solidarietà è nei capitoli di investimento delle farmacie comunali della società Farmavaldera srl – ha detto la sindaca di Ponsacco Francesca Brogi – che devolvono parte dei guadagni per i fabbisogni del territorio. Abbiamo sposato l’iniziativa di comune accordo con gli altri comuni di Capannoli e S. Maria a Monte, dove si trovano le farmacie comunali, di donare il 50% degli incassi di sabato 8 dicembre per la causa dei Monti Pisani, fortemente danneggiati dal devastante incendio avvenuto a fine estate. Nel 2016 abbiamo organizzato una giornata simile per le popolazioni terremotate del centro Italia». 

«Siamo solidali con la popolazione del Monte Pisano – ha aggiunto Arianna Cecchini, sindaca di Capannoli – e siamo vicini a chi trova in difficoltà». 

«Sono originaria di Calci e particolarmente solidale con le famiglie colpite dall’incendio – ha continuato la dottoressa Carla Pucciarelli, direttrice della società Farmavaldera srl – e sostengo che la solidarietà sia contagiosa». 

Poi il sindaco di Vicopisano, Juri Taglioli: «La fase è delicata, perché il Monte Pisano è spoglio, gli alberi e la vegetazione sono bruciati, quindi c’è il rischio idrogeologico. La Regione Toscana ha stanziato oltre un milione di euro, e un altro milione e mezzo arriverà in questi giorni, per la messa in sicurezza del territorio, ovvero taglio degli alberi e bonifica. Ma per la rinascita dell’habitat dei Monti Pisani serviranno altri soldi. Il danno subìto per l’incendio ammonta a quindici milioni di euro. Avranno un finanziamento le aziende agricole danneggiate, grazie a fondi europei sbloccati dal ministero, ma non gli hobbisti, che sono il 70%».

Fonte