“Sport e bambini, SI a una infanzia in movimento!”

Questo è il titolo di un articolo pubblicato dal Ministero della Sanità in cui suggerisce di far praticare attività sportiva ai bambini fin dalla primissima infanzia affinché possano acquisire naturalmente uno stile di vita attivo. 

Specialmente in età scolare, a partire dai 6 anni, il bambino può incorrere  nel rischio di sedentarietà per le ore che passa seduto a scuola e per lo svolgimento dei compiti. Quindi spazio allo sport vissuto in modo divertente e sano.

Per supportare una buona attività fisica (talvolta anche a livello agonistico) è necessaria una dieta adeguata che fornisca al bambino tutti gli strumenti per sostenere lo sforzo.

Cosa mangiare nei giorni di allenamento

La colazione deve essere un po' più ricca rispetto ai giorni di riposo. L’arricchimento si può fare con l’aggiunta di qualche fetta di prosciutto crudo magro e/o formaggio scelto tra quelli a minor contenuto di grassi. 

Nei giorni in cui l’allenamento comincia subito dopo la scuola sarà importante applicare alcune piccole regole:

Lo spuntino di metà mattina dovrà rappresentare un “piccolo pasto” specialmente se non potrà pranzare: panino con prosciutto e/o formaggio secondo le preferenze e un frutto 

Se possibile far consumare una fetta di dolce e un succo di frutta (senza zuccheri aggiunti ed eventualmente diluito per aumentare l’apporto idrico) subito dopo le lezioni.

Se tra la fine della scuole e gli allenamenti passano almeno 1-2 ore

In questo caso sarà importante comporre un pranzo correttamente bilanciato affinché il bambino arrivi al momento dello sport pieno di energia.

Lo spuntino di metà mattina dovrà essere composto da un piccolo panino e un frutto oppure yogurt e biscotti.

Il pranzo deve essere digeribile e leggero: una porzione di pasta o riso con salsa di pomodoro, olio EVO e parmigiano (si può eventualmente prepararla aggiungendo verdure o ricotta), una piccola fetta di torta da forno (tipo ciambellone, pan di spgna o torta di mele, meglio evitare creme e/o panna)

La merenda dopo l’allenamento: succo di frutta, latte o frutta con pane e marmellata o biscotti.

Quindi sport SI, ma con il giusto apporto di ENERGIA!

Dott.ssa L. Vitali

Fonte:

L’alimentazione per l’esercizio fisico e lo sport - Michelangelo Giampietro