Pulire gli occhi del cane

Pulire gli occhi del cane previene congiuntivite e altre patologie.

La pulizia degli occhi del cane è un’attività semplice ma delicata. Gli occhi dei cani sono delicati, pupilla, cornea, palpebra, sono molto sensibili agli agenti esterni. Lì possono annidarsi batteri e microrganismi, portati da polvere, peli e sporcizia, responsabili di infezioni ed arrossamenti. Niente di grave, se prevenuto o trattato per tempo, ma potenzialmente molto pericoloso se trascurato. Tra le patologie che possono colpire gli occhi dei cani, la più comune è senza dubbio la congiuntivite. È importante controllare quotidianamente gli occhi del nostro cane per rilevare la possibile presenza di graffi, croste, secrezioni che richiedano l’intervento del veterinario.

Pulire gli occhi del cane: ecco come fare

Per pulire gli occhi del cane basta veramente poco, sia in termini di tempo che di prodotti. Ci sono però alcune piccole accortezze da tenere presente per non commettere errori che potrebbero danneggiare e non aiutare il nostro amico a quattro zampe. Usare due garze, una per ogni occhio, imbevute di acqua o meglio ancora di soluzione oculare sterile o di soluzione fisiologica sterile confezionata in monodose. In commercio esistono anche salviette oftalmiche già pronte all’uso imbevute di soluzioni detergenti e lenitive.


Sconsigliato è l’uso dell’ovatta. Il batuffolo di cotone, infatti, si sfibra facilmente e piccoli residui possono rimanere attaccati al pelo del cane, entrare in contatto con l’occhio e provocare irritazione. Per una pulizia accurata tamponare delicatamente l’occhio dall’interno verso l’esterno senza strofinare, facendo particolare attenzione all’angolo interno dell’occhio dove solitamente si accumulano le secrezioni.

Basta veramente poco per evitare fastidiose patologie al nostro amico a quattro zampe.

Dott.ssa M. P. Fiaschi

Farmacia Comunale Santo Pietro B.re