Tumori: facciamo un po di chiarezza

Che cosa sono i tumori?

Il termine tumore deriva dalla parola latina “ tumor” che significa tumefazione.

Tuttavia il termine più appropriato è neoplasia, ossia “nuova formazione”. 

Questa indica un tessuto di nuova origine, spesso atipico e autonomo rispetto al tessuto da cui prende origine.

Il termine cancro invece fa riferimento più esplicitamente ai tumori maligni.

Dal latino “Cancer “ vuol dire granchio.  

L’uomo ha sempre avuto il vizio di proiettare sugli animali le proprie paure e in questo caso è stato scelto il granchio per la sua somiglianza tra le ramificazioni del tumore e le zampe del crostaceo.

L’oncologia (dal greco òncos ovvero rigonfiamento) è la branca specialistica della medicina che riguarda lo studio dei tumori.

La Classificazione dei Tumori:

La classificazione più comune li distingue in tumori benigni e tumori maligni.

I tumori benigni sono costituiti da cellule anomale ben differenziate, a crescita lenta. Sono privi della capacità di invadere i tessuti adiacenti ed incapaci di raggiungere il circolo sanguigno. Si tratta di tumori localizzati e spesso incapsulati ed è possibile rimuoverli completamente con la chirurgia.

I tumori maligni o cancro invece crescono molto velocemente invadendo i tessuti circostanti e possono colonizzare tessuti distanti dando origine a tumori secondari o metastasi.

Esistono però alcune proprietà e caratteristiche che accomunano tutti i tumori ( sia benigni che maligni) ovvero ad un certo punto, una cellula dell'organismo "impazzisce", perde alcune sue proprietà, ne acquisisce altre comincia a moltiplicarsi al di fuori di ogni regola.

Quindi tumore e cancro non sono affatto sinonimi: un tumore non è per forza un cancro.

Le Metastasi

Le metastasi sono forme di cancro secondarie che appaiano in organi diversi da quello in cui si trova il tumore iniziale.

Le metastasi si formano perché le cellule del cancro hanno l’abilità di muoversi ed uscire dal tessuto da cui hanno avuto origine. 

Attraverso il sangue e la linfa vanno a raggiungere organi diversi dove formano tumori secondari, formati appunto da cellule migrate 

I casi di cancro sono in aumento?

I tumori rappresentano la seconda causa di morte nei paesi industrializzati, dopo le patologie cardiovascolari. Si stima che nel corso della vita circa il 30% della popolazione riceva una diagnosi per patologia tumorale

Sicuramente oggi i tumori sono molto più frequenti rispetto a qualche decennio fa, ma la spiegazione sta sostanzialmente nel fatto che oggi viviamo più a lungo. 

Inoltre la diagnostica è migliorata e quindi oggi si scoprono molti più casi di cancro rispetto al passato. Ormai non aspettiamo più che compaiano i sintomi, ma cerchiamo il cancro in persone apparentemente sane.

È anche vero però che alcuni tipi di cancro sono aumentati per colpa degli stili di vita malsani: la moda d’estate di prendere il sole ha moltiplicato il numero dei melanomi oppure il fumo di sigaretta quello di cancro ai polmoni

La prevenzione gioca un ruolo fondamentale nella diagnosi precoce di neoplasie      

Dott.ssa Monica Marinari

Bibliografia:

Stato dell’arte sulle terapie oncologiche. Roberta Alfieri Professore Associato di Patologia Generale, Dipartimento di Medicina e Chirurgia Università di Parma.

Conosci il Cancro. Sito internet AIRC

Etimologie delle parole. Una parola al giorno.it